Costi e carta etica



In Svizzera purtroppo il costo della doula non è rimborsato dalle casse malati o dai servizi di aiuto domiciliare, contrariamente a quanto avviene in alcuni ospedali americani e in Olanda.

Il costo di un accompagnamento dipende dal tipo di richiesta della coppia ma segue comunque le tariffe decise dal "Cerchio delle Doule della Svizzera Italiana" di cui faccio parte. Per conoscerlo in modo approfondito é necessario contattarmi personalmente.


CARTA ETICA DEL CERCHIO DELLE DOULE DELLA SVIZZERA ITALIANA




Questa carta etica è il risultato della riflessione comune delle Doule che hanno voluto creare il Cerchio delle Doule della Svizzera italiana sulla base delle carte già esistenti in altre associazioni europee di Doule.
Questa carta etica potrà evolversi nel corso degli anni (forma, dettagli minori) ma i suoi fondamenti saranno conservati. In effetti, riporta i principi di base del nostro progetto.
Considerato che:
la nascita non è solo far nascere i bambini, ma è anche far nascere le madri. Madri forti, competenti e capaci, che hanno fiducia in sé stesse e che conoscono la loro forza e la loro saggezza interiore;
la Doula vuole proteggere la nascita, studiandone e rispettandone la fisiologia, sia di bambini che di madri forti e sicure di sé.
Si stabilisce che, in quanto membro del Cerchio delle Doule della Svizzera italiana, ogni Doula ha conseguito una formazione specifica e si impegna a svolgere il suo lavoro rispettando i principi seguenti:
La figura professionale della Doula è quella di una facilitatrice della migliore esperienza di maternità.
La Doula non agisce al posto della donna/coppia che accompagna, ma è un’esperta di maternage e informa la donna/coppia di tutte le pratiche di accudimento che aiuteranno a rinforzare il bonding tra mamma e bambino.
La Doula accompagna i genitori nella continuità, sostenendoli nel vivere le emozioni del diventare genitori e nella loro ricerca di informazione. Ha per vocazione di rafforzare la loro fiducia in sé stessi e il loro senso di competenza nei confronti del loro bambino. Durante tutta la durata dell’accompagnamento si astiene da ogni giudizio. Esplora assieme ai genitori le differenti opzioni, li aiuta a trovare tutte le informazioni di cui hanno bisogno per poter prendere le decisioni necessarie in maniera informata, e rispetta le scelte della donna e della coppia, senza cercare di orientarli in base alle proprie convinzioni. Il suo ruolo consiste nel fornire un sostegno e uno spazio rassicurante senza giudizio in modo da permettere alla madre e alla coppia di evolvere nel proprio percorso.
La Doula lavora per mantenere il più alto livello possibile di cure e accompagnamento, sforzandosi per tutta la durata del contratto di essere sensibile, informativa, accogliente, empatica, senza giudizio, flessibile, ben organizzata, pratica e protettiva nei confronti dell'ambiente famigliare.La Doula si impegna al segreto professionale e al rispetto dell’anonimato delle persone che accompagna.
La Doula lavora nel rispetto reciproco delle professioni coinvolte nel percorso nascita e incoraggia la creazione di un legame di fiducia e rispetto tra tutti gli operatori medici e sociali, mantenendo sempre presente la ricerca del beneficio per i genitori. Il suo lavoro è complementare a quello della levatrice, dell’ostetrica e del medico. Informa i genitori della propria funzione, formazione e della propria esperienza, orientandoli verso i professionisti o associazioni competenti per tutte le richieste che oltrepassano l’ambito delle sue competenze di Doula.
L’accompagnamento di una Doula è di natura strettamente non medica. Non sostituisce né la levatrice, né l’ostetrico/a né il/la ginecologo/a e non compie alcun atto medico né fornisce pareri medici. Non può sostituirsi alla levatrice, all’ostetrico/a o al medico durante il parto e non accompagna parti non assistiti. La doula non è una figura sanitaria.
La Doula non è un terapeuta né un paramedico. Nel caso la Doula avesse una precedente formazione sanitaria, svolgesse anche attività terapeutiche o di sviluppo personale (non terapeutico), si impegna a distinguere chiaramente la sua attività di Doula dalle sue altre attività, e a non usare le sue competenze nel lavoro di Doula senza il consenso informato dei genitori.
Durante gli incontri prenatali, la Doula fornisce informazioni ed incoraggia i genitori a fare domande ai professionisti sanitari da cui sono seguiti, ad esprimere di fronte ad essi i loro desideri e le loro preoccupazioni riguardo alla nascita. La Doula invita i genitori a definire il loro progetto di nascita e a condividerlo con il personale sanitario. Non è responsabile per le scelte dei clienti.
Durante il parto, e per tutta la durata dell’accompagnamento, la Doula fornisce alla coppia e soprattutto alla donna il sostegno di cui ha bisogno per affrontare questo momento trasformativo e potente. Si assicura che sia instaurato un clima di fiducia tra i genitori e il personale sanitario. In ogni circostanza, rincuora i genitori e li aiuta a rimanere attori della nascita del proprio bambino; non si sostituisce ai genitori nelle comunicazioni con il personale medico ma grazie alla sua conoscenza dei desideri e della storia personale dei suoi assistiti, potrà se necessario intervenire come mediatrice o portavoce.
Dopo il parto e durante il puerperio, la Doula aiuterà a creare le condizioni per facilitare lo sviluppo del legame tra madre e bambino, ascolterà le emozioni della donna e della coppia, e si recherà presso il suo domicilio per fornire anche un aiuto pratico (per esempio sistemare una stanza, preparare un pasto, avviare una lavatrice o occuparsi del bambino mentre la madre si fa la doccia). La Doula sarà inoltre un sostegno nell’allattamento, incoraggiando la madre e fornendo tutte le informazioni utili.
La Doula si impegna a tenersi continuamente aggiornata (formazioni, tirocini, laboratori, conferenze, letture) e a interrogarsi regolarmente sul proprio lavoro e le proprie conoscenze. Da prova di introspezione al fine di individuare i momenti in cui le sue preoccupazioni, aspettative o pregiudizi potrebbero interferire nel suo lavoro.
La Doula svolge il suo lavoro presso il domicilio della coppia che accompagna, e presso strutture pubbliche o private, in regime libero-professionale.
Malgrado tutta la cura apportata al chiarimento dei principi di seguito elencati presso i suoi membri, il Cerchio delle Doule della Svizzera italiana non potrà essere ritenuto responsabile in caso di “deriva” da parte di una delle firmatarie della carta. Ognuna deve infatti vegliare al rispetto di questi principi fondatori nella pratica della sua attività di Doula, e rimane l’unica responsabile del proprio lavoro.
Ciononostante, in caso di mancato rispetto di questo codice di lavoro, il Cerchio delle Doule della Svizzera italiana si riserva il diritto di cancellazione dal proprio elenco delle Doule di quelle persone che con il loro comportamento avranno dimostrato di non aderire ai principi elencati in questa carta etica.
19 settembre 2012 il Cerchio delle Doule della Svizzera italiana








CARTA ETICA DELLA SCUOLA CHE  HO FREQUENTATO:




Il presente testo è il risultato della riflessione di una ventina di donne impegnate da un anno nella creazione dell’As- sociazione di Promozione Sociale ECO – Mondo Doula sulla base della carta delle Doule dell’Associazione Francofona delle Doule del Belgio. Questa Carta potrà evolversi nel corso degli anni (forma, dettagli minori) ma i suoi fondamenti saranno conservati. In effetti, riporta i principi di base del nostro progetto.




Un particolare ringraziamento va alle Doule Samantha Longfield, Laurence Landais e Laura Casadei per il loro impegno attivo e determinante.

Considerato che: 
La nascita non è solo far nascere i bambini, ma è anche far nascere le madri. Madri forti, competenti e capaci, che 
hanno fiducia in se stesse e che conoscono la loro forza e la loro saggezza interiore. 
La Doula vuole assicurare la nascita di madri forti e sicure di sé.








Si stabilisce che, in quanto membro di ECO - Mondo Doula, la Doula si impegna a svolgere il suo lavoro rispet- tando i principi seguenti:

· La Doula accompagna i genitori nella continuità, sostenendoli nel vivere le emozioni del diventare genitori e nella loro ricerca di informazione. Ha per vocazione di rafforzare la loro fiducia in sé stessi e il loro senso di competenza nei confronti del loro bambino. Durante tutta la durata dell’accompagnamento si astiene da ogni giudizio. Aiuta i genitori a trovare tutte le informazioni di cui hanno bisogno per poter prendere le decisioni necessarie in maniera informata, e rispetta le scelte della donna e della coppia, senza cercare di orientarli in base alle proprie convinzioni. Il suo ruolo consiste nel fornire un sostegno e uno spazio rassicurante senza giudizio in modo da permettere alla madre e alla coppia di evolvere nel proprio percorso.
· La figura professionale della Doula è quella di una facilitatrice della migliore esperienza di maternità.
· La Doula non agisce al posto della donna che accompagna, ma è un’esperta di maternage e informa la donna di tutte le pratiche di accudimento che aiuteranno a rinforzare il bonding tra mamma e bambino.
· La Doula si impegna al segreto professionale e al rispetto dell’anonimato delle persone che accompagna (privacy). · La Doula lavora nel rispetto reciproco delle professioni coinvolte nel percorso nascita e incoraggia la creazione di un legame di fiducia tra tutti gli operatori medici e sociali, mantenendo sempre presente la ricerca del beneficio per i genitori. Il suo lavoro è complementare a quello dell’ostetrica e del medico. Informa i genitori della propria funzio- ne, formazione e della propria esperienza, orientandoli verso i professionisti o associazioni competenti per tutte le
richieste che oltrepassano l’ambito delle sue competenze di Doula.
· L’accompagnamento da una Doula è di natura strettamente non medica. Non sostituisce né l’ostetrico/a né il/la ginecologo/a e non compie alcun atto medico né fornisce pareri medici. Non può sostituirsi all’ostetrico/a o al medico durante il parto e non accompagna parti non assistiti. La doula non è una figura sanitaria.
· La Doula non è un terapeuta né un paramedico. Nel caso la Doula svolgesse anche attività terapeutiche o di svilup- po personale (non terapeutico), si impegna a distinguere chiaramente la sua attività di Doula dalle sue altre attivi- tà, e a non usare le sue competenze nel lavoro di Doula senza il consenso informato dei genitori.
· Durante gli incontri prenatali, la Doula incoraggia i genitori ad informarsi e a fare domande ai professionisti sani- tari da cui sono seguiti, ad esprimere di fronte ad essi i loro desideri e le loro preoccupazioni riguardo alla nascita. La Doula invita i genitori a definire il loro progetto di nascita e a condividerlo con il personale sanitario.
- Durante il parto, e per tutta la durata dell’accompagnamento, la Doula fornisce alla coppia e soprattutto alla donna il sostegno di cui ha bisogno per affrontare questo momento trasformativo e potente. Si assicura che sia instaurato un clima di fiducia tra i genitori e il personale sanitario. In ogni circostanza, rincuora i genitori e li aiuta a rima- nere attori della nascita del proprio bambino; non si sostituisce ai genitori nelle comunicazioni con il personale medico ma grazie alla sua conoscenza dei desideri e della storia personale dei suoi assistiti, potrà se necessario intervenire come mediatrice o portavoce (mamme sole, genitori disorientati, ecc.).
· Dopo il parto e durante il puerperio, la Doula aiuterà a creare le condizioni per permettere la costruzione del legame tra madre e bambino, ascolterà le emozioni della donna e della coppia, e si recherà presso il suo domicilio per fornire anche un aiuto pratico (sistemare una stanza, preparare la colazione o un pasto, avviare una lavatrice o occuparsi del bambino mentre la madre si fa la doccia). La Doula sarà inoltre un sostegno nell’allattamento, incoraggiando la madre e fornendo tutte le informazioni utili.
· La Doula è una persona conosciuta e intima della coppia e della famiglia, e si impegna a garantire la continuità del suo accompagnamento. Offre quindi un sostegno appropriato per più mesi, orientando i genitori verso una conso- rella in caso di impossibilità maggiore.
· La Doula si impegna a compiere nei tempi prescritti le varie tappe del processo di formazione convalidato dalla Scuola delle doule dell’Associazione Eco - Mondo Doula o formazioni similari riconosciute dall’Associazione.
· La Doula si impegna a tenersi continuamente aggiornata (formazioni, tirocini, laboratori, conferenze, letture) e a interrogarsi regolarmente sul proprio lavoro e le proprie conoscenze. Dà prova di introspezione al fine di individua- re i momenti in cui le sue preoccupazioni, aspettative o pregiudizi potrebbero interferire nel suo lavoro.
· La Doula si impegna ad assistere regolarmente alle riunioni dell’Associazione Eco - Mondo Doula, a partecipare alle giornate di lavoro e di scambio organizzate dall’associazione e a contribuire, nella misura del possibile, al suo funzionamento.
· La Doula è solidale con le sue consorelle, disposta al mutuo sostegno, alla messa in comune delle esperienze e alla condivisione delle conoscenze acquisite.
· La Doula si impegna a praticare le tariffe raccomandate dall’Associazione Eco - Mondo Doula, pur mantenendo la libertà di adattare i suoi prezzi alle eventuali difficoltà finanziarie delle coppie che accompagnerà. Si impegna a lavorare in maniera dichiarata nel rispetto della legislazione.
· La Doula si impegna a consultare l’Associazione Eco - Mondo Doula prima di ogni contatto ufficiale con i media o con le istituzioni e i loro rappresentanti (ospedali, responsabili politici, ecc.).
· La Doula svolge il suo lavoro presso il domicilio della coppia che accompagna, e presso strutture pubbliche o priva- te, in regime libero-professionale.

Malgrado tutta la cura apportata al chiarimento dei principi sopra elencati presso i suoi membri, l’Asso- ciazione Eco - Mondo Doula non potrà essere ritenuta responsabile in caso di “deriva” da parte di una delle firmatarie della carta. Ognuna deve infatti vegliare al rispetto di questi principi fondatori nella pratica della sua attività di Doula, e rimane l’unica responsabile del proprio lavoro.
Ciononostante, in caso di mancato rispetto di questo codice di lavoro, l’Associazione Eco - Mondo Doula si riserva il diritto di cancellazione dal proprio elenco dei soci per quelle persone che con il loro comportamento avranno dimostrato di non aderire ai principi elencati in questa carta etica.
Pubblicato il 14 dicembre 2010 dall’Associazione di Promozione Sociale Eco - Mondo Doula

Nessun commento:

Posta un commento